(troppo vecchio per rispondere)
domanda: insegnante imprenditore comm.le?
antonio
2004-10-16 20:32:23 UTC
...perchè un insegnante non può svolgere attività commerciale?

....secondo me essendo l'imprenditore commerciale soggetto al fallimento,
sarebbe indegno moralmente avere un docente in classe fallito.

perchè un insegnante non può essere imprenditore commerciale?
fastslow
2004-10-16 21:59:35 UTC
Post by antonio
perchè un insegnante non può essere imprenditore commerciale?
Perché se un "imprenditore commerciale" decide di fare anche l'insegnante,
vuol dire che come "imprenditore commerciale" è già un fallito!
Ma anche un insegnate, se pretende di fare anche l'imprenditore commerciale
è un fallito.
Ma l'insegnante, di per se, è un fallito?
Direi proprio di no, a giudicare dai 400mila aventi titolo, che premono per
fare questo lavoro.
Ma perché questi 400mila non premono per fare gli 'imprenditori
commerciali'?
Perché fare l'insegnante, alla fine della fiera, è molto meglio che fare
l'imprenditore 'commerciale'.
Scherzi a parte, per legge, gli insegnati possono solo esercitare attività
libero-professionale previo autorizzazione del DS.
Sul perché non possano anche fare gli 'imprenditori commerciali' è presto
detto: che idea avresti del tuo professore di filosofia
che vende il 'coccobello' sulle spiagge della riviera?
Bassi gli stipendi, scarsa la considerazione sociale, ma la dignità no,
quella non ce la possono portare via.
:-))
paolo
2004-10-17 05:37:19 UTC
bah!
non credo che la dignità di una persona venga lesa dal vendere coccobello in
spiaggia.
il motivo è che i dipendenti pubblici non possono avere altre attività.
anche gli impiegati del comune per es.
ed è una cosa ingiusta, soprattutto per i precari che oggi ci sono e domani
molto probabilmente no.
Post by fastslow
Post by antonio
perchè un insegnante non può essere imprenditore commerciale?
Perché se un "imprenditore commerciale" decide di fare anche l'insegnante,
vuol dire che come "imprenditore commerciale" è già un fallito!
Ma anche un insegnate, se pretende di fare anche l'imprenditore commerciale
è un fallito.
Ma l'insegnante, di per se, è un fallito?
Direi proprio di no, a giudicare dai 400mila aventi titolo, che premono per
fare questo lavoro.
Ma perché questi 400mila non premono per fare gli 'imprenditori
commerciali'?
Perché fare l'insegnante, alla fine della fiera, è molto meglio che fare
l'imprenditore 'commerciale'.
Scherzi a parte, per legge, gli insegnati possono solo esercitare attività
libero-professionale previo autorizzazione del DS.
Sul perché non possano anche fare gli 'imprenditori commerciali' è presto
detto: che idea avresti del tuo professore di filosofia
che vende il 'coccobello' sulle spiagge della riviera?
Bassi gli stipendi, scarsa la considerazione sociale, ma la dignità no,
quella non ce la possono portare via.
:-))
chicchi
2004-10-17 09:22:55 UTC
"fastslow" ha scritto
Post by fastslow
Perché se un "imprenditore commerciale" decide di fare anche l'insegnante,
vuol dire che come "imprenditore commerciale" è già un fallito!
sacro santo
come anche gli architetti, i geometri, gli inge...ecc
che decidono di fare gli insegnanti
fastslow
2004-10-17 17:53:25 UTC
Post by chicchi
come anche gli architetti, i geometri, gli inge...ecc
che decidono di fare gli insegnanti
Concordo, se fanno 'solo' gli insegnanti. Se invece contemporaneamente
esercitano attività professionale,
optano per una soluzione vantaggiosa per loro e per l'istituzione. Si
mettono al riparo dai rischi insiti in tutte
le attività liberali e portano nella scuola il patrimonio di competenze
accumulato con l'esercizio della
professione. Sempre che naturalmente si comportino in modo serio, non
trascurando l'insegnamento e
facendo il loro dovere sino in fondo, al pari degli altri colleghi.
Ma poi scusa, ma materie come elettronica, topografia, informatica o
diritto, chi le dovrebbero insegnare ....
i laureati in lettere?
;-)
lefthand
2004-10-17 19:56:41 UTC
Post by antonio
perchè un insegnante non può essere imprenditore commerciale?
"Se compri il salame da me possiamo vedere di farti arrivare al sei..."
--
La luce e' la mano sinistra delle tenebre,
e le tenebre la mano destra della luce.
(Ursula K. Le Guin)
Nicola Bortolotti
2004-10-18 00:05:56 UTC
Post by fastslow
detto: che idea avresti del tuo professore di filosofia
che vende il 'coccobello' sulle spiagge della riviera?
perche' forse non ci improvvisiamo venditori
(spesso malamente, quasi sempre obtorto collo)
quando andiamo a fare orientamento nelle
classi (e/o ordini di scuola) inferiori?
Nicola Bortolotti
2004-10-18 00:09:04 UTC
(...) portano nella scuola il patrimonio di competenze
quoto
Ma poi scusa, ma materie come elettronica, topografia, informatica o
diritto, chi le dovrebbero insegnare ....
i laureati in lettere?
almeno per informatica questo accade
abbastanza spesso
Henry
2004-10-18 16:01:30 UTC
Post by antonio
...perchè un insegnante non può svolgere attività commerciale?
Perchè lo vieta il Dlgs.297, a meno che non si tratti di un insegnante a
tempo parziale per al masssimo il 50% dell'orario
Post by antonio
....secondo me essendo l'imprenditore commerciale soggetto al fallimento,
sarebbe indegno moralmente avere un docente in classe fallito.
La pena accessoria al fallimento potrebbe essere l'interdizione dai pubblici
uffici (esempionel caso di bancarotta fraudolenta) e quindi scatterebbe il
licenziamento.
Post by antonio
perchè un insegnante non può essere imprenditore commerciale?
Lo può essere alle condizioni di cui al punto uno


Henry
Pietro De Paolis
2004-10-18 21:36:43 UTC
Post by antonio
...perchè un insegnante non può svolgere attività commerciale?
Fa parte della ipocrisia costituzionale dei comunisti italiani sollevare il
lavoratore dal suo lavoro e farlo rimanere, nei limiti del possibile, un
disoccupato a vita, che chiede elemosina allo stato padrone.
Per cui meno sono le persone che lavorano più arretrato resta lo Stato, e
questo è un bene per le nazioni che ci hanno occupato e continuano ad
occuparci, come stanno facendo in questi anni con l'Iraq.
D'altronde, la pubblica opinione disprezza chi lavora, come gli emigranti e
coloro che fanno il doppio o il triplo lavoro.
Infatti chi ha la pancia piena non può mai credere che chi fa il doppio
lavoro lo faccia solo perché il primo lavoro non è sufficiente per vivere
decentemente.

--
Pietro De Paolis
www.scuolaelettrica.it
Faberio
2004-10-19 07:53:05 UTC
Post by Nicola Bortolotti
almeno per informatica questo accade
abbastanza spesso
L'informatica ha questo pregio/difetto: che non viene presa troppo sul
serio. Da nessuno e in alcun contesto. Te ne accorgi nella scuola ma anche
nella vita lavorativa, dove il mio elettricista oggi fa il consulente
informatico.

--
Fabrizio
Nicola Bortolotti
2004-10-19 10:57:10 UTC
Post by Faberio
nella vita lavorativa, dove il mio elettricista oggi fa il consulente
informatico.
strano, davvero assai strano: un
mediocre elettricista prende (cash)
assai di piu' di quanto riesca a
guadagnare con immane fatica un
ottimo informatico (a 180 giorni se
va bene).