Discussion:
Il nulla osta.
(troppo vecchio per rispondere)
Arkannen
2008-09-10 16:36:18 UTC
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
Il Dirigente qualora venga motivata la richiesta non può opporvisi.
Però tutti i dirigenti infischiandosene del fatto che hanno a che fare
con minori tergiversano.
Oggi ho diffidato il DS della scuola a cui avevo iscritto mio figlio
intimandogli il rilascio immediato del nulla osta e ho inviato copia
della diffida agli uffici scolastici provinciali e regionali invitandoli
a intervenire.
Domani se ancora non ha firmato il nulla osta nuova diffida, questa volta
anche agli uffici che non sono prontamente intervenuti e denuncia alla
Procura con richiesta di intervento.
La motivazione iniziale della richiesta di trasferimento è
l'impossibilità di accompagnare lo studente a scuola causa l'assegnazione
a sezione diversa da quella richiesta che ha fatto venire meno l'accordo
preso per l'accompagnamento con i genitori di altro studente.
Ora si è aggiunto anche il venir meno del rapporto fiduciario.

Questa è la diffida inviata.

A: Dirigente Scolastico Istituto Secondario di Primo Grado XXX
A: Ufficio Scolastico Provinciale XXX
A: Ufficio Scolastico Regionale XXX
Il sottoscritto xxx, nato a xxx il xxx e residente a xxx in xxx. Genitore
dell'alunno xxx iscritto alla classe prima xxx dell'Istituto Secondario
di Primo Grado xxx.
In riferimento all'assegnazione dello studente xxx alla classe prima
sezione xxx dell'Istituto Secondario di Primo Grado xxx.

LAMENTA
La mancata iscrizione di xxx alla sezione xxx
L'assenza nella sezione xxx di studenti provenienti dalla stessa scuola e
classe di xxx.
La mancata trasparenza nelle operazioni di assegnazione degli studenti
alle classi.
Il venir meno della scuola alle ripetute richieste di colloquio da parte
dei genitori.
L'essersi fatti ripetutamente negare telefonicamente dal collaboratore
con funzioni vicarie nei giorni 6 e 8 Settembre.
Di non essere stati contattati per concordare un eventuale assegnazione
ad altra sezione.
L'aver tenuto un atteggiamento di aperta ostilità, chiusura nel dialogo e
manifestazione di autorità da parte del Dirigente Scolastico.
Di ritardare pretestuosamente l'inizio dell'anno scolastico di xxx
NEGANDOGLI il diritto allo studio non concedendo pretestuosamente il
nulla osta per l'iscrizione ad altro istituto.
Di aver generato in xxx situazioni di pesante disagio.
Di impedire ad xxx il graduale inserimento nel gruppo classe.
Di impedire ad xxx la partecipazione alle attività di accoglienza.

DIFFIDA
Il Dirigente Scolastico XXX dal proseguire nei comportamenti e negli
atteggiamenti sopra elencati e chiede che venga immediatamente concesso
il nulla osta richiesto per motivi di accompagnamento, a cui si
aggiungono l'essere oramai venuto meno l'indispensabile rapporto
fiduciario fra i genitori di xxx il DS xxxx e i suoi collaboratori.

..
Minelli
2008-09-10 17:53:42 UTC
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
Questo lo dici tu. Ogni anno, nella mia regione, nella circolare
dell'adeguamento all'organico di fatto il dirigente regionale raccomanda i
DS di valutare attentamente le situazioni prima di dare eventuali nullaosta
a***@freemail.it
2008-09-10 17:53:44 UTC
Post by Minelli
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
Questo lo dici tu. Ogni anno, nella mia regione, nella circolare
dell'adeguamento all'organico di fatto il dirigente regionale raccomanda i
DS di valutare attentamente le situazioni prima di dare eventuali nullaosta
appunto - l'invito ad un gestione oculata del fenomeno delle richieste
di nulla-osta per il passaggio da un'istituzione scolastica all'altra
e` scritto anche in Circolari *ministeriali*.

Infatti, e` una questione che attiene alla formazione degli organici
in dipendenza dai criteri di cui nell'annuale Decreto Interministeriale.


Quindi, quella premessa e` sbagliata - e da premesse sbagliate...
Arkannen
2008-09-10 22:33:52 UTC
Post by a***@freemail.it
Post by Minelli
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
Questo lo dici tu. Ogni anno, nella mia regione, nella circolare
dell'adeguamento all'organico di fatto il dirigente regionale raccomanda
i DS di valutare attentamente le situazioni prima di dare eventuali
nullaosta
appunto - l'invito ad un gestione oculata del fenomeno delle richieste
di nulla-osta per il passaggio da un'istituzione scolastica all'altra e`
scritto anche in Circolari *ministeriali*.
Infatti, e` una questione che attiene alla formazione degli organici in
dipendenza dai criteri di cui nell'annuale Decreto Interministeriale.
Quindi, quella premessa e` sbagliata - e da premesse sbagliate...
Quello a cui vi riferite è quanto contenuto nella c.m. 58 del 20 giugno
2008 che recita:

Si ribadisce l’esigenza che i nulla osta all'eventuale trasferimento
degli alunni siano concessi
solo in presenza di situazioni particolari, opportunamente motivate.
Appare evidente che, ai sensi
dell'art. 2 della legge n. 268/2002, la concessione di nulla osta non
potrà comportare modifiche del
numero delle classi già formate. Le SS.LL. vorranno rinnovare invito in
tal senso alle istituzioni
scolastiche di rispettiva competenza.

Ma ad oggi gli organici di fatto sono già stati costituiti, non vi è
quindi formazione di nuove classi, se quindi vi è disponibilità nella
scuola di accoglienza il nulla osta deve essere concesso.
Atto dovuto quindi.

..
a***@freemail.it
2008-09-10 20:33:54 UTC
Quello a cui vi riferite Ú quanto contenuto nella c.m. 58 del 20 giugno
Si ribadisce l’esigenza che i nulla osta all'eventuale trasferimento
degli alunni siano concessi
solo in presenza di situazioni particolari, opportunamente motivate.
Appare evidente che, ai sensi
dell'art. 2 della legge n. 268/2002, la concessione di nulla osta non
potrà comportare modifiche del
numero delle classi già formate.
Ma ad oggi gli organici di fatto sono già stati costituiti, non vi Ú
quindi formazione di nuove classi,
che non si possa piu` variare il n. delle classi dimostra, per l'appunto,
che la concessione di n. o. non e` per nulla un "atto dovuto", anzi,
dimostra proprio che i n.o. non vanno concessi, se non in presenza
di situazioni particolari.

Non e` vero che, come dicevi tu nel post iniziale "Il Dirigente qualora
venga motivata la richiesta non puo` opporvisi.", perche` conditio
per la concessione del n.o. NON e` che la richiesta venga motivata
ma che la richiesta sia *per situazioni particolari* (esempio: trasferimento
della famiglia in altra sede).
Arkannen
2008-09-12 01:54:09 UTC
Post by a***@freemail.it
Post by Arkannen
On Wed, 10 Sep 2008 19:53:42 +0200, Minelli
Quello a cui vi riferite è quanto contenuto nella c.m. 58 del 20 giugno
Si ribadisce l’esigenza che i nulla osta all'eventuale trasferimento
degli alunni siano concessi
solo in presenza di situazioni particolari, opportunamente motivate.
Appare evidente che, ai sensi
dell'art. 2 della legge n. 268/2002, la concessione di nulla osta non
potrà comportare modifiche del
numero delle classi già formate.
Ma ad oggi gli organici di fatto sono già stati costituiti, non vi è
quindi formazione di nuove classi,
che non si possa piu` variare il n. delle classi dimostra, per
l'appunto, che la concessione di n. o. non e` per nulla un "atto
dovuto", anzi, dimostra proprio che i n.o. non vanno concessi, se non in
presenza di situazioni particolari.
Non e` vero che, come dicevi tu nel post iniziale "Il Dirigente qualora
venga motivata la richiesta non puo` opporvisi.", perche` conditio per
la concessione del n.o. NON e` che la richiesta venga motivata ma che la
richiesta sia *per situazioni particolari* (esempio: trasferimento della
famiglia in altra sede).
Situazione particolare può essere qualsiasi cosa.
Sei in grado tu di stabilire cosa sia situazione particolare e cosa non
lo sia? Fatto escluso il trasferimento per capriccio, qualsiasi altra
motivazione implica necessariamente una situazione particolare.
Per cui è sufficiente la motivazione, aggiungo inoltre che la richiesta
di nulla osta allo stato delle cose non deve neanche essere documentata.
Anche se non escludo che volendo il DS può anche chiedere che venga
documentata introducendo ulteriori elementi di disturbo alla famiglia.
Occorrerebbe a mio avviso aggiungere al nostro codice il reato di
*molestie burocratiche*.
Aggiungo ancora che le circolari sono atti che valore solo all'interno
degli uffici che le emanano e che quando questi confliggono con norme che
hanno carattere ancor più generale lasciano il tempo che trovano.
Nel caso del nulla osta a occhio direi che viene fatta venire meno la
patria potestà oltre al diritto alla scelta di un istruzione legata alle
aspirazioni dello studente.

..
Paolo Fasce
2008-09-10 19:41:20 UTC
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
Li hai fatti neri!
--
Paolo Fasce

"Je ne veux pas mourir idiot" (Georges Wolinski, Mai 1968)
a***@freemail.it
2008-09-10 14:36:26 UTC
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola Ú un atto dovuto.
Neppure per idea.
sandra
2008-09-10 21:30:01 UTC
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
io la penso come te e farei come te, però ogni anno viene richiamata nelle disposizioni
la "circolare della Direzione generale prot. 15342/P del 25/06/05 in merito al rilascio del nulla osta al trasferimento
degli alunni in altra scuola, che deve essere concesso solo in presenza di situazioni particolari,

adeguatamente motivate e sulla circostanza che la concessione del nulla osta non potrà comportare

adeguamenti di organici "
Arkannen
2008-09-10 22:27:02 UTC
Post by sandra
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
io la penso come te e farei come te, però ogni anno viene richiamata
nelle disposizioni la "circolare della Direzione generale prot. 15342/P
del 25/06/05 in merito al rilascio del nulla osta al trasferimento degli
alunni in altra scuola, che deve essere concesso solo in presenza di
situazioni particolari,
adeguatamente motivate e sulla circostanza che la concessione del nulla
osta non potrà comportare
adeguamenti di organici "
La circolare che regola i trasferimenti in altre scuole per l'anno
corrente è la C.M. N° 110/07 che recita:

8. Trasferimenti di iscrizione
In caso di trasferimento da una scuola ad un'altra, statale o paritaria,
successivamente all’iscrizione effettuata, vanno osservate le seguenti
istruzioni.
La richiesta di trasferimento, debitamente motivata, va inoltrata al
dirigente scolastico della scuola in cui è stata presentata l’iscrizione,
il quale rilascia al genitore il relativo nulla osta.
Si richiama l'attenzione sulla necessità del rilascio del nulla osta da
parte della scuola di provenienza, quale condizione inderogabile per
l'accoglimento della domanda di iscrizione, sulla base della
disponibilità dei posti, da parte del dirigente scolastico della scuola
di destinazione.
Le conseguenti rettifiche di anagrafe saranno curate dalle scuole
interessate, previa verifica dell’avvenuta nuova iscrizione.

E' quindi un atto dovuto. L'unica cosa richiesta al fine del rilascio è
che sia debitamente motivata.

..
Minelli
2008-09-11 17:49:30 UTC
Post by Arkannen
E' quindi un atto dovuto. L'unica cosa richiesta al fine del rilascio è
che sia debitamente motivata.
Secondo me c'e' un piccolo frainteso.
Tu dici "il nulla osta e' un atto dovuto", e basta. E questo non e' vero.
Se dici "il nulla osta e' un atto dovuto di fronte a motivate esigenze",
allora e' un altro discorso.
Arkannen
2008-09-12 02:15:12 UTC
Post by Arkannen
E' quindi un atto dovuto. L'unica cosa richiesta al fine del rilascio è
che sia debitamente motivata.
Secondo me c'e' un piccolo frainteso. Tu dici "il nulla osta e' un atto
dovuto", e basta. E questo non e' vero. Se dici "il nulla osta e' un
atto dovuto di fronte a motivate esigenze", allora e' un altro discorso.
Su questo siamo d'accordo.

..

carmine
2008-09-11 17:38:19 UTC
Post by Arkannen
Il nulla osta per il trasferimento ad altra scuola è un atto dovuto.
Il Dirigente qualora venga motivata la richiesta non può opporvisi.
Però tutti i dirigenti infischiandosene del fatto che hanno a che fare
con minori tergiversano.
Oggi ho diffidato il DS della scuola a cui avevo iscritto mio figlio
intimandogli il rilascio immediato del nulla osta e ho inviato copia
della diffida agli uffici scolastici provinciali e regionali invitandoli
a intervenire.
Domani se ancora non ha firmato il nulla osta nuova diffida, questa volta
anche agli uffici che non sono prontamente intervenuti e denuncia alla
Procura con richiesta di intervento.
La motivazione iniziale della richiesta di trasferimento è
l'impossibilità di accompagnare lo studente a scuola causa l'assegnazione
a sezione diversa da quella richiesta che ha fatto venire meno l'accordo
preso per l'accompagnamento con i genitori di altro studente.
Ora si è aggiunto anche il venir meno del rapporto fiduciario.
Questa è la diffida inviata.
cut
Post by Arkannen
..
se decidi di andare dalla magistratura, contatta un avvocato e digli che
vuoi l'applicazione dell'articolo 700bis del codice di procedura civile,
ovvero la procedura d'urgenza.

per evitare problemi relativi all'evasione dall'obbligo scolastico, invia al
dirigente comunicazione che nelle more provvederai tu (o un qualsiasi tuo
amico o parente con diploma magistrale preso prima del 2003 o qualsiasi
laurea) con l'istruzione parentale.